ARTEMISIA DRACUNCULUS

Estragone francese
Dragoncello, Estragone

Famiglia: COMPOSITAE

Proprietà:

antisettico, stimolante, antispasmodico, aperitivo

Uso medicinale:

benché contenga un olio essenziale e una cumarina medicinali, non trova impiego in erboristeria. Gli Arabi ne facevano grande uso per prevenire la peste. Oggi si tende a riconoscere a questa pianta soprattutto virtù aperitive e digestive. Chi soffre di inappetenza, gli anziani con la digestione lunga e laboriosa , gli ipertesi che debbono condire senza sale , dovrebbero consumare molto dragoncello a tavola, senza sperare in risultati miracolosi, ma contando su effettivi benefici.

Uso culinario:

soprattutto i francesi con il drangoncello ("estragon") sanno dare un tocco speciale ai piatti a base di pollo, pesce e crostacei. Lo usano quasi con la stessa frequenza del prezzemolo, cioè praticamente dappertutto: nelle frittate, nelle salse con la maionese o con la senape, nelle farciture , nei brodi ristretti, nelle insalate crude. Poiché secco perde buona parte del suo tipico aroma, conviene conservarlo surgelato.

 

 

 

 

 

 

 

AR022